Rspp: funzione, formazione e aggiornamento

Rspp: funzione, formazione e aggiornamento

Qual è la funzione del RSPP?

Il RSPP (Responsabile del Servizio Prevenzione e Protezione) viene definito, nel D.lgs 81/2008 che ne prevede la figura, come una "persona in possesso delle capacità e dei requisiti professionali di cui all'articolo 32 designata dal datore di lavoro, a cui risponde, per coordinare il servizio di prevenzione e protezione dai rischi".

La figura professionale del RSPP in un’azienda deve essere, quindi, inderogabilmente nominata dal Datore di Lavoro, tramite apposito modulo.

Il suo compito principale consiste nella gestione del Servizio di Prevenzione e Protezione, che svolge elaborando, applicando e gestendo misure preventive e protettive che consentano di lavorare in sicurezza all’interno dell’azienda.

Nello specifico, l'articolo 33 del D.lgs 81/08 specifica le modalità con le quali un RSPP assolve il suo compito, ovvero attraverso:

  • individuazione e valutazione dei fattori di rischio e di misure di sicurezza per tutte le attività aziendali, che siano idonee per gli ambienti di lavoro e rispettino la normativa vigente;
  • elaborazione e controllo dell'applicazione delle stesse;
  • partecipazione a riunioni periodiche con lo staff e informazione dei lavoratori sui rischi aziendali.
  • partecipazione alla redazione del DVR (Documento di valutazione dei rischi);
  • individuazione di programmi e percorsi di formazione e informazione dei lavoratori.

Quali sono i requisiti per fare i RSPP?

Il primo requisito per diventare è RSPP è sicuramente essere in possesso di un titolo di studio non inferiore al diploma di scuola secondaria di II grado o, in alternativa, una comprovata esperienza di almeno sei mesi nei compiti da RSPP dal 13 agosto 2003.

Inoltre, è indispensabile la partecipazione ad un corso di formazione sulla sicurezza sul lavoro, sostenendo e superando un esame di valutazione finale per ottenere l'attestato che certifichi l’acquisizione delle competenze e conoscenze in materia.

Infine, come a tutti i professionisti, viene richiesto l’impegno in una formazione professionale continua, al fine di ampliare ed aggiornare costantemente le proprie conoscenze: un aggiornamento dell’attestato ogni 5 anni, tramite corsi di aggiornamento di 40 ore.

Il conseguimento di alcuni corsi di Laurea esonerano dalla partecipazione al corso di formazione iniziale, ma non dall’obbligo di aggiornamento ogni 5 anni.

  • L7 Ingegneria civile e ambientale;
  • L8 Ingegneria dell'informazione;
  • L9 Ingegneria industriale;
  • L17 Scienze dell'architettura;
  • L23 Scienze e tecniche dell'edilizia;
  • LM26 Ingegneria della sicurezza.

Formazione continua: i corsi di aggiornamento

I corsi di aggiornamento RSSP possono essere sia in frequenza che in modalità telematica.

Il “Corso di aggiornamento per RSPP (tutti i settori)” di 40 ore erogato da Soloformazione.it è riconosciuto dall’Ente Accreditato Unione Professionisti e dai collegi dei maggiori ordini professionali del settore tecnico per il conseguimento dei CFP relativi all'obbligo di formazione continua per i professionisti.

Il corso propone l'aggiornamento in materia di Prevenzione e Protezione ed è diretto a RSPP e ASPP (Addetto al Servizio di Prevenzione e Protezione) con attestato in scadenza. Fornisce nozioni tecnico-operative adeguate alle ultime normative che consentono alle figure predisposte di continuare ad operare in qualsiasi azienda in base alle più recenti normative introdotte in materia.

É utile ricordare che il corso prevede anche il rilascio di CFP (crediti formativi professionali), che molti professionisti hanno l'obbligo di conseguire per ottemperare alla loro formazione continua.