Product Designer: cosa fa, sbocchi lavorativi, stipendio e corsi dedicati

product-designer

Cosa fa il Product Designer

Uno dei lavori del presente e del futuro è sicuramente quello del Product Designer, un ruolo fondamentale nella branca dell’industrial design.

Il Product Designer, detto anche Industrial Designer, è il professionista che si occupa della progettazione di prodotti funzionali, ma anche belli, appartenenti alle categorie più disparate e destinati alla produzione in serie, tenendo conto sia delle esigenze tecniche dell'azienda che li produce sia dei bisogni e desideri degli utenti finali. Si tratta, quindi, di un lavoro tanto artistico quanto tecnico.

Per essere un bravo Product Designer, è sicuramente necessario avere una spiccata creatività ed essere in grado di tradurre le proprie idee in progetti adeguati al sistema industriale, oltre che saper leggere le esigenze del mercato, intuirle e prevenirle.

Il Product Designer opera in un’ottica di costante innovazione ed originalità e si avvale di scienze ed arti applicate al fine di ottimizzare e conciliare fattori come la funzionalità, l'ergonomia e l'estetica nei propri progetti, per poi realizzarli e lanciarli sul mercato. Egli deve essere in grado di seguire ogni fase della creazione del proprio prodotto: dall'analisi del mercato alla scelta del target, dalla progettazione alla scelta dei materiali, dalla creazione di modelli 3D allo sviluppo del design fino alla commercializzazione.

Product Designer: sbocchi lavorativi

Gli sbocchi lavorativi possibili sono molteplici e possono investire diversi campi, in quanto un Product Designer può sfruttare le sue doti creative e le sue competenze tecniche per realizzarei tipi di prodotti più disparatimobili e complementi d’arredo come sedie, tavoli, lampade, elettrodomestici e casalinghi, devices tecnologici come smartphones, mezzi di trasporto come yacht o automobili, ma anche scarpe e accessori moda, giochi e moltissimi altri articoli realizzabili in serie a livello industriale.

Pertanto, egli può trovare impiego nel settore dei servizi, nelle aziende produttive o in ambiti come l’ingegneria e l’architettura.

La possibilità più interessante, tuttavia, resta la possibilità di lavorare come libero professionista, lavorando di volta in volta a progetti diversi.

Per far conoscere le proprie creazioni, il Product Designer freelance può creare un portfolio con i lavori svolti da condividere in rete tramite appositi canali web, e partecipare ad eventi come saloni, fiere, mostre ed esposizioni di design, nei quali non solo è possibile acquisire visibilità con probabili clienti, ma anche conoscere altri professionisti con i quali stringere, eventualmente, collaborazioni fruttuose ed interessanti.

Quanto guadagna un Product Designer

Un Product Designer, in Italia, può riuscire a guadagnare cifre davvero interessanti.

Si potrebbe affermare che uno stipendio medio si aggiri intorno ai 50.000 euro annui, partendo da un minimo di 35.000 fino a raggiungere anche i 70.000 per le eccellenze del settore.

Come diventare Product Designer

Per diventare Product Designer esistono corsi di laurea in Disegno Industriale (Industrial Design) presso Università e Politecnici.

Di particolare utilità, inoltre, si rivela la frequentazione di corsi specifici, mirati a fornire gli strumenti per usare in modo professionale gli strumenti e i software, come CAD o Adobe Suite, che sono tipici del mestiere.

Infine, una volta conclusi gli studi, è necessario essere disponibile ad un continuo aggiornamento delle competenze partecipando a workshop, incontri con altri professionisti ed eventi di settore, al fine di rimanere al passo con i tempi e realizzare oggetti in grado di rispondere alle richieste e alle necessità dei compratori.

Ci sono anche accademie e istituti privati che propongono corsi in Design che permettono di sviluppare le competenze necessarie per la professione.

A tal proposito, il “Corso di Product Design” offerto da Soloformazione.it in e-learning è pensato proprio in funzione delle esigenze di questa categoria di professionisti vasta e variegata.

L’obiettivo è quello di fornire un metodo di lavoro che metta insieme analisi e ricerca con progettualità e risoluzione dei problemi.
Tutte le fasi sono collegate e approfondite per far sviluppare al corsista ottime capacità di progettazione tecnologica, attraverso lo studio e la realizzazione di esempi reali e concreti.

Il “Corso per Product Designer” è rivolto a professionisti che operano nel settore della progettazione e del design come:

  • architetti;
  • ingegneri;
  • industrial designer;
  • interior designer,
  • figure professionali che si occupano di marketing, di vendita o di analizzare i prodotti prima dell'eventuale lancio sul mercato.

É utile ricordare che il corso prevede anche il rilascio di CFP (crediti formativi professionali), che molti professionisti hanno l'obbligo di conseguire per ottemperare alla loro formazione continua.