Prodotti fitosanitari: classificazione e normativa

prodotti-fitosanitari

Che cosa sono i prodotti fitosanitari

I prodotti fitosanitari, anche detti agrofarmaci, pesticidi, fitofarmaci o antiparassitari, costituiscono l’insieme di tutte le sostanze utilizzare per proteggere vegetali o piante coltivate da attacchi da parte di organismi nocivi o erbe infestanti, nonché per promuoverne o limitarne la crescita senza fungere da fertilizzanti.

I prodotti fitosanitari possono essere finalizzati ad uso professionale, come il trattamento di colture agrarie, o uso non professionale, come il trattamento di piante ornamentali per uso domestico (fiori da appartamento, balcone o giardino); nel secondo casa si parla di prodotti per piante ornamentali (PPO), previsti e regolamentati dal D.P.R. 290/2001.

Composizione dei prodotti fitosanitari

Ogni prodotto fitosanitario si compone di quattro elementi, che insieme costituiscono il preparato, ovvero la formula del prodotto che si trova in commercio:

  • sostanza attiva: componente tossica, che agisce sul danno che si vuole controllare;
  • coadiuvanti: favoriscono l’efficacia delle sostanze attive, rafforzando o completando l’azione del prodotto;
  • coformulanti: solventi e diluenti, inerti e utili a rendere solubile la sostanza attiva o ridurne la concentrazione;
  • sinergizzanti: aumentano la potenzialità della sostanza attiva.

Classificazione dei prodotti fitosanitari

A seconda del tipo di funzione svolta, i prodotti fitosanitari si dividono in::

  • acaricidi;
  • insetticidi;
  • fungicidi;
  • nematocidi;
  • erbicidi o diserbanti;
  • fitoregolatori;
  • repellenti.

Prodotti fitosanitari e normativa

Il quadro normativo sui prodotti fitosanitari sviluppato dall’Unione Europea ne regola l’intero ciclo di vita.

 Il regolamento CE 1107/2009, finalizzata ad assicurare un’elevata protezione per la salute dell’uomo e per l’ambiente, stabilisce che l’autorizzazione alla vendita di un prodotto fitosanitario sia possibile soltanto dopo un’approfondita valutazione del rischio derivante dal loro uso e che siano esclusi tutti quei prodotti che presentano sostanze attive particolarmente persistenti o pericolose per la salute umana, animale o ambientale (ad esempio, sostanze cancerogene o mutagene).

La direttiva 2009/128/CE, recepita in Italia con Dlgs 14 agosto 2012 n.150, istituisce un quadro comunitario di riferimento per l’uso sostenibile dei pesticidi e i controlli relativi al loro uso e distribuzione e affida ai singoli stati membri il compito di garantirne l’implementazione attraverso il Piano di Azione Nazionale (PAN).

Essa include nella definizione di pesticida sia i prodotti fitosanitari secondo la definizione del regolamento CE n. 1107/2009, sia i biocidi (non destinati all’uso sulle piante, ma a debellare organismi nocivi come insetti e ratti) secondo la definizione della direttiva 98/8/CE, attualmente sostituita dal regolamento UE n. 528/2012.

Inoltre, essendo sostante che contengono componenti pericolose e tossiche, i prodotti fitosanitari sono soggetti sia al regolamento CE n. 1907/2006 sia al regolamento CE n.1272/2008, ovvero sono soggetti alla classificazione e all’etichettatura armonizzate (decise e valide a livello europeo) per tutte le proprietà pericolose.

Infine, dal 2015, la normativa prevede l’obbligatorietà del possesso di uno specifico “patentino” per l’acquisto e l’uso dei prodotti fitosanitari, da rinnovare ogni cinque anni e presentare ad ogni acquisto.

Tale autorizzazione viene rilasciata da Enti Accreditati, ovvero, nella maggior parte dei casi, la Regione, a seguito di specifici corsi mirati ad acquisire le competenze necessarie ad un corretto utilizzo dei fitofarmaci.

Tuttavia, il Decreto n.33/2018, ovvero il "Regolamento sulle misure e sui requisiti dei prodotti fitosanitari per un uso sicuro da parte degli utilizzatori non professionali", stabilisce che alcuni prodotti, con caratteristiche dettagliatamente specificate, possono essere venduti per uso domestico anche ad utilizzatori privi di patentino.

VUOI SAPERNE DI PIÙ? SCOPRI IL CORSO SU PRODOTTI FITOSANITARI E NUOVO PIANO DI AZIONE AZIONALE (PAN) DI SOLOFORMAZIONE.IT