Chi è il Consulente Tecnico d’Ufficio? Requisiti e formazione

CTU

Cosa fa il Consulente Tecnico d’Ufficio?

Il Consulente Tecnico di Ufficio (o CTU), secondo quanto stabilito dal Codice di Procedura Civile, presta una Consulenza Tecnica d’Ufficio, ovvero, grazie alle sue specifiche conoscenze in campi del sapere umano diversi da quello giuridico (ad esempio, in ambito umanistico, tecnico o scientifico) ha il compito di prestare consulenza al Giudice in tribunale sulla base delle competenze di cui è in possesso, fornendo una valutazione puramente tecnica dei fatti della causa.

Egli assume, quindi il ruolo di ausiliario del Giudice: fornendo risposte tecniche, esaurienti e sintetiche in merito ad una questione oggetto del processo e appartenente al campo di sua competenza, lo agevola nella decisione finale.

Il Consulente Tecnico di Ufficio risponde ai quesiti posti dal Giudice in base allo studio del caso specifico, alle prove prodotte dalle parti nel processo e ad un’eventuale sopralluogo, e illustra il suo operato e le sue conclusioni all’interno di una relazione peritale, nella quale attesta e motiva le attività compiute avvalendosi della scienza e seguendo rigorosamente le norme procedimentali.

Il Consulente Tecnico d’Ufficio iscritto all’Albo, è sempre obbligato a svolgere il mandato, tranne che in presenza di particolari circostanze previste dal Codice di procedura Penale come, ad esempio, la parentela con una delle parti in causa.

L’accettazione dell’incarico comporta un giuramento di rito, nel quale il Consulente «Giura di bene e fedelmente adempiere le funzioni affidategli al solo scopo di far conoscere al giudice la verità».

Il CTU, nello svolgere il suo incarico, può essere sottoposto a:

  • Responsabilità civile derivante da condotte come lo smarrimento dei documenti, il ritardo nel deposito della perizia, l’insufficiente preparazione del CTU, la sua imperizia e qualunque condotta che comporti un’eccessiva durata del processo;
  • Responsabilità penale per reati come il peculato, il rifiuto di uffici legalmente dovuti, la falsa perizia;
  • Responsabilità disciplinare: quando risulti che non abbia ottemperato agli obblighi a suo carico, il professionista può incorrere nell’avvertimento, nella sospensione dall’albo fino ad un anno e nella cancellazione dallo stesso.

Quanto guadagna un Consulente Tecnico d’Uffico?

Il compenso medio varia dai 150 € per le consulenze più semplici ai 5000 € in caso di valutazioni particolarmente impegnative, in base alla quantità e alla tipologia di operazioni disposte dal CTU (numero di colloqui, numero di test adottati, altre disposizioni peritali).

Nel determinare gli onorari variabili il giudice tiene conto della: difficoltà, completezza e pregio della prestazione fornita e, per le prestazioni di eccezionale importanza (valore della controversia), complessità (alto numero di quesiti assegnati) difficoltà (ad esempio molte parti costituite in atti) gli onorari possono essere aumentati sino al doppio.

Come si diventa Consulente Tecnico d’Ufficio

I Consulenti Tecnici d’Ufficio sono iscritti 'Albo dei Consulenti Tecnici d'Ufficio tenuto presso il Tribunale, dal quale il giudice può attingere in caso di necessità.

Per iscriversi, è necessario essere in possesso di alcuni requisiti:

  • competenza specifica in un determinato ambito tecnico ed iscrizione al relativo Ordine Professionale (ad esempio, interpreti traduttori, medici veterinari, architetti, periti agrari, ingegneri, agronomi, geologi, periti industriali, grafologi, medici, geometri, biologi, psicologi)
  • preparazione e titoli idonei ad effettuare l'attività di consulente, certificata da corsi specializzati nella formazione;
  • comprovata esperienza professionale di almeno 5 anni.

La richiesta di iscrizione all'Albo dei CTU deve essere presentata al Presidente del Tribunale della circoscrizione in cui il candidato ha la residenza o il domicilio professionale.

Il campo della Consulenza Tecnica d’Ufficio è particolarmente delicato e complesso, pertanto è fondamentale avere una specifica ed adeguata formazione a riguardo.

Numerosi corsi sono dedicati alla formazione di questa figura professionale.

Il Corso Professionalizzante Per Consulente Tecnico d’Ufficio offerto da Soloformazione.it mira a fornire una preparazione adeguata alla rilevanza dell'incarico, sia riguardo le necessarie conoscenze sul modus operandi, sia sugli strumenti necessari ad applicare le capacità e le conoscenze professionali in questo specifico settore.

Il corso è interamente online, erogato in modalità e-learning, e al superamento del test finale garantirà l'acquisizione dell'attestato di consulente tecnico ctu-ctp, valido e riconosciuto dai comitati preposti alla valutazione delle richieste di inserimento negli elenchi dei CTU gestite dai tribunali per la nomina.
Il corso CTU online permette di acquisire crediti formativi professionali, oltre a rappresentare una referenza valida per l'iscrizione all'albo dei CTU.

SCOPRI DI PIU’ SUL CORSO DI CONSULENZA TECNICA D’UFFICIO DI SOLOFORMAZIONE.IT